CINA
 
Cina: governo disposto a rafforzare cooperazione e rapporti bilaterali con El Salvador
 
 
Pechino, 15 apr 15:13 - (Agenzia Nova) - La Cina è disposta a rafforzare la cooperazione con El Salvador per promuovere uno sviluppo sano e stabile dei legami bilaterali. Lo ha dichiarato oggi Li Zhanshu, presidente del Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo (Npc) durante il suo incontro con José Serafin Orantes, primo vicepresidente dell'Assemblea legislativa del El Salvador. Ad agosto scorso il paese centroamericano aveva aperto le relazioni diplomatiche con Pechino rompendo quelle con Taiwan. Una scelta presa dall'allora presidente Salvador Sanchez Ceren ma che il presidente eletto Nayib Bukele mostra di voler riesaminare. La storia, ha detto oggi Li, "dimostrerà che la Cina è un amico fidato e l'istituzione di legami diplomatici concorda con gli interessi a lungo termine della nazione e del popolo di El Salvador", ha detto Li.

"La Cina ha la volontà di aiutare la grande maggioranza dei paesi in via di sviluppo a velocizzarne l'avanzamento", ha detto Li che ha poi invitato El Salvador a cogliere le opportunità per rafforzare la cooperazione con Pechino nel rispetto, vantaggio e uguaglianza reciproci. Li ha aggiunto che l'Npc è pronto a intensificare gli scambi con l'Assemblea legislativa di El Salvador per contribuire ai legami tra i due paesi. Orantes ha affermato che l'Assemblea legislativa di El Salvador utilizzerà la visita come un'opportunità per rafforzare ulteriormente i legami con l'Npc cinese e contribuire a promuovere i legami bilaterali.

Il presidente eletto del Salvador ha da poco terminato un giro in Messico e Stati Uniti, occasione per discutere di vari temi dell'agenda regionale tra cui le strategie di contrasto e regolazione dei flussi migratori verso il nord del continente. Ma tema cruciale è quello della scelta fatta a metà del 2018 di interrompere i rapporti con Taiwan per stabilire l'asse diplomatico strategico con la Cina. Un passaggio che il governo degli Stati Uniti, vigile sull'espansione della presenza cinese nella regione, controlla molto da vicino. Bukele ha fatto capire che potrebbe ripensare il passo compiuto dal presidente uscente, Salvador Ceren. Di fatto la Corte suprema ha di recente ritenuto invalida la rottura del trattato commerciale con Taiwan, dando una solida base legale all'eventuale retromarcia di Bukele. (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..