WIKILEAKS
 
Wikileaks: stampa, Usa non prevede pena di morte contro Assange
Washington, 16 apr 00:44 - (Agenzia Nova) - Gli Stati Uniti hanno rassicurato verbalmente l'Ecuador che, in caso di estradizione, il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, non rischierebbe la pena di morte. Lo riferisce l'emittente statunitense “Abc News” secondo cui ci sarebbe stato un accordo verbale tra l'ambasciatore dell'Ecuador in Germania, Manuel Mejia Dalmau, e l'ambasciatore degli Stati Uniti in Germania, Richard Grenell, considerato uno dei più vicini inviati del presidente Donald Trump in Europa. Secondo una fonte del governo ecuadoriano, Dalmau avrebbe cercato un "incontro urgente" in privato a Berlino con Grenell dopo aver ricevuto rassicurazioni che il Regno Unito non avrebbe estradato Assange in un paese dove potrebbe affrontare la pena di morte. Durante la riunione, Dalmau ha chiesto agli Stati Uniti di impegnarsi per evitare che Assange potesse rischiare la pena di morte. Grenell ha quindi contattato il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per verificare la richiesta e, secondo un alto funzionario statunitense, il sostituto procuratore generale Rod Rosenstein acconsentì. I funzionari del dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti non hanno confermato le indiscrezioni ma hanno sottolineato che l'accusa contro Assange non rappresenta un reato capitale e comporta un massimo di cinque anni di carcere. (Was)
TUTTE LE NOTIZIE SU..