MAROCCO
 
Marocco: ambasciata in Italia respinge accuse per morte Imane Fadil
Rabat, 20 mar 08:29 - (Agenzia Nova) - L’ambasciata del Marocco in Italia ha respinto le accuse rivolte dall’ex deputato del Pdl, Souad Sbai, annunciando il ricorso alla magistratura. In un comunicato diffuso alla stampa si legge che “nella sua edizione elettronica del 17 marzo 2019, il quotidiano La Repubblica ha pubblicato il testo di un’intervista della giornalista Alessandra Ziniti con la Sig.ra Souad Sbai recante il titolo provocatorio “Souad Sbaï: Per la morte di Imane Fadil seguite la pista marocchina, loro sanno come si usa il veleno”. In questa intervista, la Sbai muove gravi accuse contro il regno del Marocco e le sue istituzioni, soprattutto quelle diplomatiche, in relazione al caso del decesso di Imane Fadil. A sostegno delle proprie accuse, avanza informazioni che secondo l’ambasciata sono menzognere, manipolando i fatti e sostituendosi alla giustizia italiana anche se l'autopsia della vittima non è ancora stata eseguita”. Si legge ancora che “a fronte di simili diffamazioni, l’ambasciata del regno del Marocco a Roma ha intentato un’azione contro l’interessata presso il Tribunale di Roma per diffamazione e propagazione di informazioni menzognere volte a infangare l’immagine del paese. Con questa azione, l’ambasciata del regno del Marocco respinge dunque tutte le accuse e le insinuazioni formulate contro di essa e ha piena fiducia nella giustizia italiana per stabilire la verità in questo affare. Riguardo al caso della defunta, Imane Fadil, il Consolato generale del Marocco segue attentamente l'evoluzione della situazione in stretta collaborazione con la giustizia italiana”.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..