SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: ministro Petrolio Egitto, scoperte gas contribuiranno a rafforzare legami regione
Il Cairo, 14 mar 17:30 - (Agenzia Nova) - Le recenti scoperte di gas nel Mediterraneo contribuiranno a rafforzare ulteriormente i legami tra i paesi della regione. Lo ha detto il ministro del Petrolio egiziano, Tarek el Molla, in occasione della conferenza “Rinascita del gas nel Mediterraneo orientale” nell’ambito della Ceraweek in corso a Huston, in Texas. Lo riferisce un comunicato stampa del ministero del Petrolio del Cairo. Le recenti scoperte consentiranno di “utilizzare in modo ottimale le risorse di gas e conseguire il benessere delle popolazioni della regione”, ha spiegato El Molla. Il ministro ha ribadito l’importanza del Mediterraneo orientale per l’approvvigionamento di gas soprattutto verso l’Europa. “Grazie al suo potenziale, l’Egitto è un pilastro principale per il futuro del gas nel Mediterraneo orientale dal momento che ha le infrastrutture necessarie per il trasferimento del gas, tra cui gasdotti e gli impianti di liquefazioni a Edku e Damietta”, ha affermato El Molla. Queste infrastrutture, ha spiegato, consentono uno sfruttamento rapido e diretto delle risorse di gas, collegando i nuovi giacimenti scoperti e trasportare il gas in Europa. Alla conferenza hanno preso parte i ministri dell’Energia di Israele, Grecia e Cipro, rispettivamente Yuval Steinitz, George Stathakis e Yiorgos Lakkotrypis. Le scoperte di gas offshore di Cipro, Egitto e Israele stanno trasformando le prospettive del Mediterraneo orientale. La conferenza mira a individuare le prospettive di esportazione delle risorse, attraverso gasdotti e navi Gnl. Lo scorso 14 gennaio, rappresentanti di Egitto, Italia, Unione Europea, Cipro, Grecia, Israele, Giordania e Autorità nazionale palestinese hanno deciso di creare una piattaforma, East Mediterranean Gas Forum, con sede permanente al Cairo per gestire le risorse del Mediterraneo orientale e valutare il loro impatto sulla sicurezza e l’economia regionale. Inoltre, Israele, Cipro, Grecia e Italia hanno firmato nel dicembre del 2017 un memorandum d’intesa per la costruzione del gasdotto East-Med che dovrebbe portare il gas israeliano e cipriota in Europa. Ceraweek, appuntamento annuale sull’energia, ha preso il via l’11 marzo e si concluderà il 15 marzo. (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..