TERRORISMO
Mostra l'articolo per intero...
 
Terrorismo: attentato Nuova Zelanda, imam Al Azhar chiede criminalizzazione islamofobia
Il Cairo, 15 mar 18:31 - (Agenzia Nova) - Il grande imam di Al Azhar, Ahmed el Tayyeb, la più alta autorità dell’Islam sunnita, ha lanciato un appello per criminalizzare l’islamofobia dopo l’attacco terroristico contro due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, nel quale hanno perso la vita finora almeno 49 persone e circa 20 sono rimaste ferite. In un comunicato stampa, El Tayyeb ha sottolineato che “il fenomeno dell'islamofobia e le correnti xenofobe razziste contro i migranti in Occidente non hanno ancora ricevuto sufficiente attenzione, nonostante la loro gravità e in molti casi atti di violenza e odio aberrante”, sottolineando la necessità di un'azione rapida ed efficace per criminalizzarli”. Il grande imam di Al Azhar ha osservato che l'attacco deve far riflettere coloro che accusano di terrorismo solo l’islam. "Non sappiamo quali siano state le motivazioni dell’attentatore e quale fede deviante lo abbia ispirato a commettere questo terribile crimine, ma noi musulmani nonostante la nostra straziante tragedia, non possiamo dire una sola parola che condanna il cristianesimo e Cristo”, ha dichiarato. "C'è una grande differenza tra le religioni e la tolleranza da quelle ideologie che manipolano gli insegnamenti religiosi”, ha aggiunto Tayyeb. Infine il grande imam di Al Azhar ha criticato l’iniziale definizione degli attacchi come “atti criminali” e il trattamento riservato all’autore degli attacchi di Christchurch definito “estremista di destra” e non “terrorista”, sottolineando come in casi di attacchi commessi da musulmani si parli sempre di terrorismo e si attacchi direttamente l’Islam. (segue) (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..