SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: premier bulgaro Borisov, necessario incontro tra Nato e Russia
Sofia, 15 mar 15:00 - (Agenzia Nova) - E’ necessario lavorare per un incontro tra i rappresentanti di Nato e Russia per evitare una nuova “corsa agli armamenti”. Lo ha detto il primo ministro bulgaro Bojko Borisov ha preso parte al settimo forum globale di Baku nell'ambito della sua visita di lavoro di due giorni in Azerbaigian. "Sono convinto che dovremmo lavorare tutti per un incontro tra Nato e Russia, poiché i più anziani ricordano la mostruosa corsa alle armi nucleari", ha spiegato Borisov sottolineando che una corsa agli armamenti nuoce sempre al benessere sociale. Rispetto alla Brexit, Borisov ha affermato che l'Ue ha sempre cercato di ottenere un accordo e che la Commissione europea ha accettato di rivederlo. Il premier di Sofia ha aggiunto che ormai non c'è quasi nessuno che sia “ottimista” sull'argomento e se Londra uscirà dall'Ue senza un accordo questo interesserà milioni di persone. Borisov si è anche soffermato sulla presidenza bulgara dell'Ue, detenuta nel primo semestre del 2018, e sulla prospettiva europea dei Balcani occidentali e sul ruolo chiave della Bulgaria nel risolvere la disputa sul nome tra la Grecia e Macedonia del Nord firmando un trattato di buon vicinato con Skopje. Il primo ministro bulgaro ha anche parlato di due iniziative tenutesi durante la presidenza di turno bulgara: il forum Cina-Peco e la riunione ad alto livello Ue-Turchia. Il premier ha inoltre rilevato le sue eccellenti relazioni con il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev. A margine del forum, Borisov ha incontrato il presidente moldavo Igor Dodon. Le due parti hanno discusso le relazioni economiche tra i paesi. Il primo ministro bulgaro ha affermato che la comunità bulgara in Moldova è la seconda più grande dopo quella dell'Ucraina e funge da ponte tra i due paesi. Borisov e Dodon hanno sottolineato l'importanza della cooperazione nel turismo tra Bulgaria e Moldavia. Nel 2017, 209mila turisti provenienti dalla Moldova hanno visitato la Bulgaria. Più tardi, Borisov e Aliyev hanno in programma un incontro per discutere la partecipazione dell'Azerbaigian al futuro hub del gas dei Balcani a cui la Bulgaria intende contribuire. Si è conclusa lo scorso 30 giugno il semestre di presidenza di turno della Bulgaria del Consiglio Ue, sotto il segno del rilancio della questione dei Balcani occidentali. Il governo di Sofia ha messo al centro della sua presidenza di turno la necessità della prospettiva europea per i paesi della regione portando avanti con maggiore forza il processo di integrazione dei paesi della regione che aspirano ad entrare nell'Unione. Il programma della presidenza di turno bulgara ha previsto quattro priorità principali: il futuro dell'Europa e dei giovani; la crescita economica e la sua "convergenza" sociale; la prospettiva europea e la connettività dei Balcani occidentali; la sicurezza e la stabilità in un'Europa forte e unita; l'economia digitale e le competenze per il futuro. (Bus)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..