SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iran, esercitazione Pasdaran con droni nello Stretto di Hormuz
Teheran, 15 mar 15:15 - (Agenzia Nova) - Il corpo dei Guardiani della rivoluzione iraniana, noto come Pasadaran, ha avviato un'esercitazione nello Stretto di Hormuz per testare droni armati prodotti in Iran. Lo riferisce l’agenzia di stampa iraniana “Mehr”, aggiungendo che quella avviata ieri, 14 marzo, dai Pasdaran è la più grande esercitazione con l’impiego di droni armati organizzata dall’Iran. Il comandante delle forze aerospaziali dei Guardiani della rivoluzione, generale Amir Ali Hajizadeh, ha sottolineato che durante le esercitazioni i droni sono decollati da basi aeree distanti circa 1.000 chilometri dagli obiettivi. Gran parte dei bersagli è stata posizionata sull’isola di Bani Farur, nelle acque territoriali iraniane del Golfo Persico a circa 100 chilometri dall’imboccatura dello Stretto di Hormuz. Sempre secondo quanto riferito dal generale Hajizadeh Teheran vanta ad oggi la più grande flotta di droni dell’intera regione. Nel 2014, l'Iran nel 2014 è riuscito a decodificare il sistema di guida del drone Lockheed Martin RQ-170 catturato tre anni prima, producendo una versione domestica del velivolo appositamente modificata per effettuare missioni di bombardamento e ricognizione. Secondo quanto riferito dalla stampa iraniana, l’esercitazione ha coinvolto circa 50 droni derivanti dall’RQ-170 e altri velivoli senza pilota. Hajizadeh ha inoltre rivelato che durante l’esercitazione sono stati impiegati diversi droni simili al Predator MQ-1 statunitense. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..