SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: generale Vecciarelli, sicurezza collettiva obiettivo fondamentale di Italia e Nato
Roma, 15 mar 16:00 - (Agenzia Nova) - La difesa collettiva, insieme alla capacità di gestire le crisi e di saper partecipare alla sicurezza cooperativa tra quei paesi a cui sta a cuore il vivere civile, è uno dei maggiori obiettivi del ministero della Difesa e dell’Alleanza atlantica (Nato). Lo ha dichiarato il capo di Stato maggiore della Difesa, il generale Enzo Vecciarelli, intervenuto all’evento “Save the Date – Difesa Collettiva: l’Esercito italiano”, organizzato oggi presso la sede della biblioteca nazionale centrale di Roma, in Viale Castro Pretorio 105. “La difesa collettiva è un concetto assolutamente fondamentale, per tutti i paesi democratici”, ha affermato Vecciarelli, sottolineando un’eccessiva attenzione su temi relativi alla sicurezza a discapito della difesa. “Questi due concetti, dopo esserci avvicinati molto, si stanno dirigendo verso una nuova dimensione. Negli ultimi anni le nostre esigenze di difesa sono state orientate esclusivamente alla salvaguardia di aspetti relativi alla sicurezza, tralasciando una serie di capacità che sono necessarie per una difesa più ampia”, ha detto il generale. “Le premesse mostrano un futuro che non sarà uguale agli ultimi decenni, e che dovrebbe preoccuparci, dal momento che le nostre Forze armate non sono attualmente adeguate a quei tipi di minaccia”, ha dichiarato Vecciarelli, sottolineando che l’attuale impostazione “è finora andato bene per fronteggiare le minacce degli ultimi anni, come il terrorismo internazionale”. “Tutto questo non è più sufficiente: dobbiamo prepararci concettualmente e predisporre i mezzi per affrontare questo futuro”, ha aggiunto il capo di Stato maggiore della Difesa, sottolineando la necessità di rafforzare il coordinamento nel quadro della Nato e "dare agli uomini i mezzi per fare al meglio il loro lavoro”. (Ems)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..