CONSIGLIO D'EUROPA
Mostra l'articolo per intero...
 
Consiglio d'Europa: vicesegretario generale a "Nova", presidenza cipriota molto attiva e forte sul piano europeo
Nicosia, 21 mag 2017 11:30 - (Agenzia Nova) - La Convenzione internazionale sul contrasto al traffico illecito dei beni culturali, il quarto rapporto del segretario generale del Consiglio d’Europa sullo stato di diritto, la “pericolosa e crescente” tendenza al populismo, la tutela delle vittime del terrorismo e la protezione dei rifugiati. Questi i punti centrali della 127ma sessione annuale del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, svoltasi il 19 maggio a Nicosia, secondo quanto spiegato in un’intervista ad “Agenzia Nova" dal vicesegretario generale dell’istituzione con sede a Strasburgo, l’italiana Gabriella Battaini-Dragoni. Tra i 47 paesi membri del Consiglio d'Europa, 24 sono stati rappresentati a Nicosia a livello di ministri degli Esteri, 12 dai sottosegretari agli Esteri e undici a livello di ambasciatori - sottolinea Battaini-Dragoni -. Tanti i temi sul tavolo, a cominciare dal rapporto annuale sullo stato di diritto, che analizza le carenze nei paesi membri su alcuni capitoli: funzionamento del sistema giudiziario; libertà fondamentali, come quella d’espressione, di religione e di associazione; inclusione sociale (accesso a diritti economici, sociali e culturali); istituzioni democratiche, anche per quanto riguarda i rapporti tra maggioranza e opposizione. Quello che emerge con evidenza nel rapporto – ha dichiarato – “è la tendenza estremamente pericolosa al populismo, con una presentazione molto accurata sui potenziali danni per la democrazia”. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..