DIFESA
 
Difesa: Pentagono, Cina e Russia minacciano efficacia aerospaziale degli Stati Uniti
Washington, 12 feb 00:59 - (Agenzia Nova) - La Russia e la Cina hanno dato priorità alla necessità di contrastare gli Stati Uniti nello spazio e sono riusciti a ridurre l'efficacia militare degli Stati Uniti in questo settore: è quanto emerge da un rapporto pubblicato lunedì dalla Defense intelligence agency (Dia). "Le dottrine militari cinesi e russe indicano che considerano lo spazio importante per la guerra moderna e considerano le capacità spaziale come un mezzo per ridurre l'efficacia militare degli Stati Uniti e degli alleati", si legge nel documento. "Pechino e Mosca continueranno a vedere lo spazio come parte integrante per vincere guerre moderne, stanno sviluppando sistemi che rappresentano una minaccia per la libertà di azione nello spazio. Entrambi continueranno i loro sforzi per migliorare le loro capacità spaziali e di integrarle meglio nelle loro rispettive forze armate", spiega il rapporto della Dia. In particolare la Cina starebbe sviluppando sofisticate capacità spaziali, tra cui "l'ispezione e la riparazione dei satelliti" e la pulizia dei detriti , "alcuni dei quali potrebbero anche funzionare" come armi contro i satelliti degli Stati Uniti, sostiene la Dia.

L'aumento di ciò che è essenzialmente spazzatura orbitante, che potrebbe danneggiare o distruggere un satellite, "ha implicazioni per i responsabili politici di tutto il mondo e sta incoraggiando lo sviluppo della tecnologia di rimozione dei detriti spaziali", ha detto l'agenzia. Di circa 21mila oggetti nello spazio di dimensioni di almeno 10 centimetri (4 pollici) che sono tracciati e catalogati nell'orbita terrestre, solo circa 1.800 sono satelliti attivi, secondo l'agenzia della difesa. Il resto sono detriti, incluse parti di veicoli spaziali. Più di un terzo di tutti i detriti registrati proviene da due eventi: l'utilizzo da parte della Cina di un missile nel 2007 per distruggere un satellite defunto e la collisione accidentale tra un satellite delle comunicazioni degli Stati Uniti e uno russo defunto nel 2009. Dal 1998 al 2017, la Stazione Spaziale Internazionale, che si trova in bassa orbita terrestre, ha manovrato almeno 25 volte per evitare potenziali collisioni orbitali, ha detto l'agenzia di intelligence. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..