ARABIA SAUDITA
 
Arabia Saudita: Pompeo su caso Khashoggi, “Stati Uniti non insabbieranno omicidio"
Washington, 11 feb 21:51 - (Agenzia Nova) - Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha respinto fermamente l'accusa secondo cui l'amministrazione Trump sarebbe stata complice dell'insabbiamento dell'assassinio del giornalista saudita del quotidiano “Washington Post”, Jamal Khashoggi. Le osservazioni di Pompeo sono arrivate dopo che il senatore democratico Tim Kaine, ha accusato l'amministrazione di aver "chiuso gli occhi" davanti alle prove che ad ordinare personalmente l'uccisione di Khashoggi sarebbe stato il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. Per Kaine, membro della commissione per le relazioni estere del Senato, l'amministrazione Trump ha contribuito con il suo atteggiamento alla copertura di un omicidio, ha detto. La settimana scorsa la Casa Bianca ha rifiutato di rispettare un mandato del Congresso che ha richiesto all'amministrazione di stabilire se il principe ereditario fosse responsabile dell'omicidio di Khashoggi, facendo infuriare i legislatori che avevano fatto innescare, ad ottobre, una disposizione del Global Magnitsky Act che concede al presidente 120 giorni per riferire sul responsabile dell'omicidio del giornalista dissidente e se gli Usa intendono imporre sanzioni. Lo scorso 8 febbraio la Casa Bianca ha fatto sapere che "il presidente mantiene il suo potere discrezionale di non agire su richiesta di una commissione, quando lo ritiene appropriato". (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..