NAGORNO-KARABAKH

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Nagorno-Karabakh: capo sezione politica estera amministrazione presidenziale Azerbaigian, status quo è inaccettabile (2)

Roma, 29 gen 2019 09:09 - (Agenzia Nova) - “Se questo conflitto venisse risolto, sarebbe l’Armenia a trarne i maggiori benefici, essendo un paese senza sbocco al mare e al momento alle prese con un continuo calo demografico”, evidenzia Hajiyev. L’Azerbaigian, di contro, dopo anni difficili all’indomani dell’indipendenza sta registrando una crescita sostenuta del Pil ed “oggi porta il gas in Europa: uno sviluppo impensabile solo 20 anni fa, se consideriamo che la popolazione aveva tre ore di elettricità al giorno”. “L’Azerbaigian sta anche contribuendo alla sicurezza energetica dell’Europa, e l’Ue è anche il principale partner commerciale del paese”, aggiunge. “Serve il sostegno della comunità internazionale per arrivare ad una soluzione pratica del conflitto del Nagorno-Karabakh”, prosegue Hajiyev, ricordando che recentemente è stato in visita in Azerbaigian l'allora sottosegretario degli affari esteri italiano Mario Raffaelli, primo presidente del Gruppo di Minsk dell'Osce, che era “dalla parte dell’onestà” con un approccio “equidistante” tra Armenia e Azerbaigian, che ha prodotto un rapporto all’Onu nel quale viene richiesto il rispetto dell’integrità territoriale del paese. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE