AZERBAIGIAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Azerbaigian: la linea di contatto nel Nagorno-Karabakh e il lavoro per la sicurezza dei profughi (5)
 
 
Baku, 27 gen 10:45 - (Agenzia Nova) - Secondo quanto denunciato dalle persone incontrate, nel 1992 gli armeni hanno commesso "un genocidio" tra i residenti dell'area di Khojaly con una media di un civile su dieci ucciso, con un totale di 613 persone, incluse donne e bambini. Nella parte sotto controllo azerbaigiano di questo distretto sono stati allestiti due campi profughi, per molti aspetti dei veri e propri villaggi dotati di tutti i servizi basilari: uno (il più grande dell'area con 500 famiglie ospitate) creato grazie ai finanziamenti dello stato e inaugurato nel 2008 alla presenza del presidente Ilham Aliyev; l'altro tramite il sostegno delle organizzazioni internazionali già nel 2002. Gli abitanti di questi centri sono inoltre esentati dal pagamento della luce e del gas assicurati dallo stato. Il capo del distretto di Khojavand ci spiega che questa primavera sarà aperto un altro centro profughi nell'area. "Ma ancora circa il 50 per cento degli 11 mila profughi presenti nell'intero distretto di Beylagan non è stata sistemata", afferma. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..