AZERBAIGIAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Azerbaigian: un paese laico, “modello” per la convivenza pacifica nell’Islam

Baku, 26 gen 2019 11:49 - (Agenzia Nova) - L’Azerbaigian punta ad essere “un nuovo modello” contro la radicalizzazione nell’Islam sulla base della convivenza “storicamente pacifica” tra musulmani sciiti e sunniti, oltre che tra le varie comunità religiose presenti nel paese del Caucaso. Questo il quadro che emerge da una serie di incontri, a cui ha preso parte “Agenzia Nova” a Baku, con i rappresentanti delle varie comunità religiose dell’Azerbaigian. A parlare di “nuovo modello” di convivenza è stato Haji Sabir Hassanli, amministratore della moschea Heydar di Baku - una delle più grandi in Europa (estesa su un territorio di 22 ettari, con minareti alti 95 metri e una capacità di 5000 persone), costruita in due anni tra il 2012 e il 2014 – che è anche rettore dell’università islamica della capitale azerbaigiana e vice sceicco del paese. L’Azerbaigian è un paese sostanzialmente laico, con la separazione tra Stato e confessioni religiose prevista dalla Costituzione che garantisce uguali diritti a tutte le religioni, ma il 94 per cento della popolazione può essere considerato musulmano. Gli sciiti – spiega il vice sceicco - rappresentano il 60 per cento dei musulmani dell’Azerbaigian, mentre i sunniti contano per il restante 40 per cento. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE