SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Libia, portavoce Haftar, nostre forze occupano centri vitali di Sebha
 
 
Tripoli, 24 gen 16:15 - (Agenzia Nova) - Le forze fedeli al generale libico Khalifa Haftar “hanno preso il controllo dei centri vitali di Sebha, nel sud della Libia”. Lo ha detto ieri sera in conferenza stampa da Bengasi il portavoce dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), Ahmed al Mismari. Parlando della situazione nel Fezzan, al Mismari ha detto: “Le nostre forze inizieranno a mettere in sicurezza la città in quanto l’esercito è riuscito ad avere la meglio sui terroristi e sui ricercati”. Al momento a Sebha “si trova la brigata Abdel Salam al Hasi”, e “il piano per ripulire il sud della Libia dalle bande armate procede bene”, mentre le forze di Haftar “hanno trovato il sostegno della popolazione locale”. Lo scorso 22 gennaio, i deputati libici eletti nel Fezzan hanno lanciato un appello alla popolazione della regione invitandoli a sostenere le attività dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) del generale Khalifa Haftar. L’operazione militare condotta dalle forze di Haftar nel sud “non è contro nessuno, ma solo contro i terroristi e le bande di fuori legge”, hanno affermato i deputati, secondo quanto riferisce un comunicato diramato nella notte. Per questo “i nostri figlii devono unirsi alle forze armate e lo stesso devono fare le forze di sicurezza locali per mettere in sicurezza le città”. Le tribù del Fezzan stanno trattando con "riserva, diffidenza e timore" le attività militari che stanno portando le forze del generale Khalifa Haftar a controllare il sud della Libia. E’ quanto ha affermato uno degli esponenti di spicco del clan Tebu del Fezzan, Ahmad Yaskua, ad “Agenzia Nova”, commentando la presenza delle forze di Haftar a Sebha. Sia i Tebu che le altre tribù del Fezzan "stanno guardando alle forze che arrivano dalla Cirenaica con timore a causa della mancanza di un coordinamento. Noi siamo rimasti stupiti dall’avvio dell’operazione militare nella zona iniziata senza alcun coordinamento con noi”. Dal 13 gennaio, quando le brigate di Haftar sono giunte a Sebha, "regna il mistero sul futuro della maggior parte delle città del sud; non abbiamo una visione complessiva chiara sulle intenzioni di queste forze venute dall’est”, ha aggiunto Yaskua. Al momento, ha aggiunto l'esponente Tebu, ci sono ancora “molte voci contrarie alla presenza delle forze di Haftar nella regione, non avendo queste attività militari obiettivi chiari". Yaskua ha detto che "è possibile che cambi tutto all'improvviso e in un momento nel quale non è possibile trovare un accordo comune". Nel breve termine non ci sono tribù intenzionate a consegnare le loro armi, fa sapere il membro dei Tebu “per il timore che le forze di Haftar possano parteggiare per un clan contro l’altro”. Inoltre, il fatto che le milizie tribali non partecipino alle attività dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), secondo Yaskua, “non porterà alcun risultato sul terreno e questo a causa della concorrenza e della mancanza di unione tra le componenti sociali presenti nel territorio”. In questi giorni le forze di Haftar stanno avanzando a Sebha, capoluogo del Fezzan, seppur molto lentamente e sembra che i suoi uomini abbiano il timore di scatenare uno scontro armato con le milizie tribali dispiegate in città. Per questo Mohammed al Halbusi, ricercatore ed esperto delle questioni del Fezzan, ha spiegato ad “Agenzia Nova” che “parlare di un controllo delle forze di Haftar della regione del sud è ancora prematuro, data la presenza di divisioni tra le tribù su questa operazione”. L’esperto ritiene che nel caso in cui Haftar dovesse decidere di occupare il Fezzan con la forza, “si tratterebbe di un controllo momentaneo: finché ci saranno le milizie tribali in quella zona la situazione resterà caotica”. Le forze di Haftar hanno occupato nei giorni scorsi diverse postazioni precedentemente in mano alle milizie locali in alcuni quartieri di Sebha. Avanzando lentamente, l'impressione è che le forze dell’Lna necessitino di maggiore tempo per controllare la zona in modo fattivo. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..