MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: il discorso di Pompeo al Cairo segna il punto di rottura con la politica regionale di Obama (8)
Roma, 11 gen 17:58 - (Agenzia Nova) - “Questa faccenda è stata costruita dalla stampa. Va bene, scrivete quello che volete, ma il presidente è stato molto chiaro, così come lo siamo stati io e (il consigliere alla sicurezza nazionale John) Bolton. La minaccia del terrorismo radicale islamico è reale. Lo Stato islamico continua. Il nostro impegno per impedirne la crescita è reale”, aveva detto lo stesso Pompeo ai giornalisti al Cairo poche ore prima del discorso all’Università americana, senza tuttavia precisare in quale modo sarà condotta tale battaglia. Così, secondo il quotidiano statunitense “Vox”, l’intervento di ieri del segretario di Stato ha chiarito “solo due cose”: “la politica mediorientale dell’amministrazione Obama era cattiva, così come è cattivo l’Iran. Il resto è stato un mucchio di vaghe dichiarazioni a proposito della costruzione e del rafforzamento di partenariati e di lotta al terrorismo. La democrazia e i diritti umani sono stati largamente assenti in un discorso che doveva parlare degli Stati Uniti come vera forza”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI