DIFESA
Mostra l'articolo per intero...
 
Difesa: Cavusoglu, Usa non possono chiedere a Turchia di annullare acquisto S-400 in cambio dei Patriot
Ankara, 10 gen 17:48 - (Agenzia Nova) - Se chiedessero alla Turchia di cancellare il contratto per l’acquisto dei sistemi di difesa aerea S-400 dalla Federazione russa in cambio della fornitura dei propri sistemi Patriot, gli Stati Uniti non otterrebbero nulla. Lo ha chiarito il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, in un’intervista all’emittente “Ntv”. "Possiamo acquistare i sistemi Patriot se le condizioni sono in linea con le aspettative di Ankara in termini di coproduzione, tempi di consegna, trasferimento tecnologico e condizioni di credito: si tratta di un accordo commerciale. Il requisito ‘annullare l'affare con un altro e comprare da me’ è inaccettabile", ha dichiarato il capo della diplomazia di Ankara. Martedì 8 gennaio il sottosegretario all’Industria per la difesa turco, Ismail Demir, ha affermato in conferenza stampa che la Turchia è disposta ad ascoltare le preoccupazioni degli Stati Uniti in merito all’acquisto dei sistemi di difesa antimissile di fabbricazione russa S-400. Nelle prossime settimane, inoltre, gli Stati Uniti invieranno un team tecnico in Turchia per esprimere le proprie preoccupazioni sull'acquisto da parte del governo turco dei sistemi russi di difesa aerea S-400, in particolare per quanto riguarda la sicurezza del volo degli aerei statunitensi F-35. "Abbiamo costantemente sentito parlare dei potenziali danni e dei problemi relativi alla qualificazione degli aerei da combattimento stealth F-35 in caso di installazione in un luogo vicino agli S-400. E abbiamo sempre informato le nostre controparti delle misure che abbiamo preso. Ma nonostante questi problemi siano stati discussi per oltre un anno, nessuna squadra tecnica statunitense è giunta in visita (in Turchia) per fare chiarezza sui rischi”, ha detto Demir. "Abbiamo più volte invitato gli Stati Uniti a venire (in Turchia) per spiegare tutte le loro preoccupazioni se pensano che siano gravi. Solo di recente ci hanno informato che manderanno una squadra nelle prossime settimane”, ha aggiunto Demir. (segue) (Tua)
ARTICOLI CORRELATI