DIFESA
Mostra l'articolo per intero...
 
Difesa: Repubblica Centrafricana, ministro Koyara apre a creazione base militare russa nel paese
Mosca, 10 gen 09:55 - (Agenzia Nova) - Una base militare russa potrebbe essere costituita nella Repubblica Centrafricana. Lo ha annunciato il ministro della Difesa centrafricano Marie Noelle Koyara in un'intervista all'agenzia di stampa russa "Ria Novosti". "Non abbiamo ancora parlato dello sviluppo concreto della base, ma questa possibilità non è esclusa nell'accordo quadro che è già stato concluso tra i nostri paesi. Se i presidenti decidono sullo schieramento della base, allora noi, come ministri, lo implementeremo", ha dichiarato Koyara. La Russia e la Repubblica Centrafricana hanno firmato un accordo intergovernativo sulla cooperazione militare nell'agosto 2018, in base al quale è stato istituito un centro di formazione. Alla fine del 2017 le Nazioni Unite hanno autorizzato Mosca a consegnare a Bangui armi e istruttori militari, sollevando in parte l’embargo imposto nel 2013, quando i ribelli a maggioranza musulmana, assistiti da mercenari provenienti dal Ciad e dal Sudan, hanno preso il potere con un colpo di stato, destituendo l'allora presidente Francois Bozizé.

La decisione ha suscitato non poche critiche da parte di alcuni stati membri, primi tra tutti Stati Uniti, Francia e Regno Unito, che hanno espresso il timore che le forniture militari, destinate secondo le intenzioni del governo di Bangui all’esercito nazionale, possano finire nelle mani dei ribelli, alimentando gli scontri tra i gruppi armati che si contendono il controllo del territorio e le sue risorse. Lo scorso aprile le armi sono arrivate a destinazione, insieme a un gruppo di forze speciali russe, incaricate di formare i militari centrafricani e garantire la sicurezza del presidente Faustin-Archange Touadera. “Abbiamo ritenuto necessario rafforzare la sicurezza del capo dello stato e i russi, con i quali abbiamo una cooperazione militare, sono i più adeguati a ricoprire questo incarico”, ha reso noto una fonte della presidenza citata dal settimanale “Jeune Afrique”. (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..