LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: si avvicina il referendum costituzionale mentre Haftar consolida la presenza nel Fezzan (5)
Tripoli, 10 gen 14:10 - (Agenzia Nova) - I seguaci del defunto colonello Muammar Gheddafi si sono già detti disponibili a partecipare all’appuntamento. I gheddafiani vantano buoni rapporti con Mosca, anche se il loro peso specifico al livello politico resta un’incognita. L’Alto Consiglio di Stato, organo che fa contraltare alla Camera dei rappresentanti di Tripoli e che funge da “Senato” in Libia, ancora non ha deciso le modalità di partecipazione, anche perché ha puntato molto sulla Costituzione del luglio 2017 messa a referendum. Vale la pena ricordare che molti consiglieri di questo organismo sono considerati vicini ai Fratelli musulmani, gruppo islamista internazionale che fa capo a Turchia e Qatar. Le fazioni politiche riconducibili al generale Khalifa Haftar, da parte loro, si sono dette disponibili a partecipare alla conferenza sotto l’egida delle Nazioni Unite. Ma nel frattempo, le forze dell’Lna stanno consolidando la presa nel Fezzan, dove il generale ha inviato rinforzi per dare la caccia ai terroristi dello Stato islamico, ma anche ai ribelli di Ciad e Sudan, accusati di collaborare con il “califfato”. Il primo ministro del governo libico ad interim non riconosciuto con base nella località orientale di Al Baida, Abdullah Al Thinni, ha consegnato nei giorni scorsi armi, equipaggiamenti, attrezzature e mezzi alle forze di sicurezza del sud del paese. Secondo i media locali, il governo "provvisorio" ha completato la formazione di due forze di sicurezza equipaggiate di vari tipi di armi e mezzi che hanno "l’incarico di portare la sicurezza nel Fezzan". (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..