Esteri
Mostra l'articolo per intero...
 
I fatti del giorno - Nord Africa (4)
Roma, 10 gen 17:00 - (Agenzia Nova) - Egitto-Usa: incontro tra Shoukry e Pompeo, focus su Libia e lotta al terrorismo
Il Cairo, 10 gen 13:47 - (Agenzia Nova) - Egitto e Stati Uniti lavoreranno in stretto contatto per trovare soluzioni alle crisi in corso nel Medio Oriente e per promuovere un più stabile equilibrio regionale. Lo ha dichiarato il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, nel corso di una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, al termine di un incontro durante il quale si è discusso in particolare di lotta al terrorismo e di Libia. “I nostri colloqui si sono concentrati sul sostegno egiziano a favore del processo democratico in Libia e sui pericoli ancora posti dallo Stato islamico, da al Qaeda e da altri gruppi di matrice terroristica”. I capi delle diplomazie di Egitto e Stati Uniti hanno discusso inoltre delle presunte ingerenze iraniane negli affari interni dei paesi arabi. “Abbiamo parlato di diverse questioni regionali d’interesse comune e di come fronteggiare al meglio le minacce in Libia, Siria e Yemen. Abbiamo anche discusso su come fermare gli interventi di paesi della regione negli affari interni degli Stati arabi con l’obiettivo di espandere la loro sovranità”, ha spiegato Shoukry. Sul tavolo anche la questione del progetto etiope della Grande diga della rinascita (Gerd) e dei contatti in corso tra Egitto, Sudan ed Etiopia. “Abbiamo parlato del progetto e degli sforzi per raggiungere un accordo trilaterale che rispetti gli interessi dei tre paesi, aprendo opportunità di sviluppo in Etiopia senza minare le risorse idriche dell’Egitto”, ha chiarito il ministro degli Esteri del Cairo. “Abbiamo sottolineato – ha poi proseguito – anche la necessità di rilanciare i colloqui di pace israelo-palestinese facendo affidamento sul ruolo egiziano, che cerca di promuovere pace e stabilità nella regione e che considera gli Stati Uniti un partner importante nel processo di risoluzione della crisi”. A livello bilaterale, Shoukry ha espresso l’auspicio dell’Egitto di ricevere un “continuo e progressivo” sostegno dagli Uso a livello economico, politico e sociale. In tal senso, un appuntamento cruciale sarà costituito dalla prossima riunione del Meccanismo 2+2, formato del dialogo strategico che prevede la partecipazione dei ministri degli Esteri e della Difesa dei due paesi e che dovrebbe essere convocato entro la fine del 2019. Nel corso della conferenza stampa, Pompeo ha anche espresso apprezzamento per le riforme economiche lanciate dal governo egiziano a partire dal novembre del 2016, invitando il settore privato statunitense a investire nel paese nordafricano. (segue) (Res)