SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: delegazione di America latina e Caraibi visita la centrale operativa della polizia locale
Milano, 28 nov 2018 15:30 - (Agenzia Nova) - Un’ampia delegazione del Gruppo Consolare dell’America Latina e i Caraibi nel nord Italia ha visitato lunedì sera la Centrale Operativa della Polizia Locale di Milano, accompagnata dal comandante Marco Ciacci e dalla vicesindaco Anna Scavuzzo. Oltre alla presidentessa del Gruppo Consolare e Console del Messico a Milano, Marisela Morales Ibáñez, e al vicepresidente Console Generale Ad Honorem del Nicaragua a Milano, Lorenzo Alderisio, la delegazione era composta anche dai Consoli Generali di Cile, Uruguay, Colombia, Bolivia, Brasile, Perù, Repubblica Dominicana, Cuba, dal Vice Console dell’Ecuador e dai consoli onorari della Bahamas, Panama e Haiti. Il comandante Ciacci ha illustrato il sistema di videosorveglianza e le modalità di gestione degli interventi delle pattuglie della Polizia Locale, oltre a presentare alcuni dati sull’incidentalità nel 2017 che vede ai primi tre posti - esclusi gli italiani - egiziani, rumeni e peruviani. “È anche un dato di fatto – ha spiegato Ciacci – che cittadini di queste nazionalità svolgono più frequentemente di altri attività di consegna delle merci e quindi per la natura di questo lavoro sono sempre alla guida. Per questo motivo è importante richiamare l’attenzione sulla sicurezza”. “Ho trovato grande interesse da parte dei consoli – ha aggiunto la vicesindaco Scavuzzo – al tema della sicurezza stradale e alle cause degli incidenti, e anche una volontà decisa di promuovere attività che richiamino a comportamenti responsabili fra i cittadini delle loro comunità. In particolare la proposta di lavorare insieme per far conoscere e osservare le regole della convivenza rispettosa dei regolamenti e delle norme: c’è da parte loro la volontà decisa di contribuire a informare i loro connazionali al fine di una migliore convivenza e per la consapevolezza dei diritti e dei doveri di ciascuno. Un percorso di sicurezza partecipata che veda protagoniste anche le loro comunità”. (Com)
ARTICOLI CORRELATI