BULGARIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bulgaria: trovati due lanciagranate utilizzati in attentato ex agente sicurezza a Sofia
Sofia, 30 ott 2015 08:51 - (Agenzia Nova) - La polizia bulgara ha trovato i due lanciagranate utilizzati ieri nell’attentato all’ex agente del controspionaggio, Alexei Petrov. Secondo quanto riferisce il ministero dell’Interno, solo uno dei colpi sparati da uno dei lanciagranate ha colpito il veicolo utilizzato da Petrov, provocando danni materiali, mentre l’altro ha colpito un edificio situato in prossimità del mezzo. Secondo Petrov, che ha smentito così la versione ufficiale presentata dal ministro Rumjana Bachvarova in parlamento, non si tratta di un attentato nei suoi confronti, ma la autovettura sarebbe stata colpita “per errore”. L’attacco non ha provocato vittime o feriti, ma la procura bulgara ha dato comunque il via alle indagini per verificare quanto avvenuto e identificare i colpevoli. Secondo la Bachvarova, l’ex agente della sicurezza nazionale sospettato di legami con il crimine organizzato, era l’obiettivo dell’attentato. Il ministro ha smentito le indiscrezioni secondo cui l’attacco sia avvenuto nei pressi dell’abitazione di Petrov, mentre ha confermato che la procura ha avviato un procedimento giudiziario per tentato omicidio. Si tratta del secondo attentato alla vita di Petrov dopo quello avvenuto nel 2002, quando quest’ultimo restò gravemente ferito in un quartiere nel centro di Sofia. (segue) (Bus)
ARTICOLI CORRELATI