CINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Cina: Pechino rompe il silenzio sui centri di detenzione dei musulmani uiguri (3)
Pechino, 17 ott 06:38 - (Agenzia Nova) - Nei giorni scorsi un gruppo bipartisan di legislatori del Congresso federale degli Stati Uniti ha spronato il presidente Donald Trump ad adottare misure immediate per spronare la Cina a chiudere i “campi di rieducazione politica” destinati alla minoranza musulmana uigura. I legislatori hanno presentato un disegno di legge che solleciterebbe la Casa Bianca a condannare le “palesi violazioni” dei diritti umani nella regione autonoma cinese dello Xinjiang, dove un recente rapporto delle Nazioni Unite stima sia detenuto in appositi centri di detenzione sino a un milione di musulmani uiguri. Se approvato, il disegno di legge imporrebbe a Trump di chiedere la chiusura immediata dei centri di detenzione; il disegno di legge si somma a un’altra recente iniziativa parlamentare, che sollecita ad adottare sanzioni contro Chen Quanguo leader del Partito comunista a Xinjiang. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI