ITALIA-IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Iraq: ambasciatore Carnelos, pronti a rafforzare assistenza in tutti i settori
Baghdad, 03 apr 2017 16:08 - (Agenzia Nova) - Il ruolo dell’Italia in Iraq non riguarda solamente l’addestramento delle forze di sicurezza irachene, ma l’assistenza umanitaria attraverso un programma congiunto nei settori della salute, dell’energia elettrica, delle risorse idriche, la cura dei bambini e la fornitura di primo soccorso agli sfollati. È quanto sottolineato dall’ambasciatore italiano in Iraq, Marco Carnelos, in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa irachena “Nina” a margine di un seminario sulla Diga di Mosul organizzato nei giorni scorsi presso l’hotel Babylon a Baghdad. Nell’intervista il diplomatico ha sottolineato gli sforzi dell’Italia per aumentare il livello di cooperazione tra i due paesi in vari campi, in particolare nel campo della sicurezza, e la sua disponibilità a sostenere lo svolgimento della conferenza dei donatori internazionali in Kuwait. Carnelos ha ricordato la “cooperazione congiunta tra il governo italiano e iracheno” contro lo Stato islamico, che si aggiunge a quella in campo militare, economico e finanziario. Carnelos ha ricordato che il governo italiano ha elargito un prestito di 99 milioni di euro per riparare la diga di Mosul e 60 milioni per promuovere il settore agricolo, a cui si aggiunge lo stanziamento di 260 milioni di euro per la ricostruzione delle infrastrutture nel paese. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI