IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: direttore aeroporti Erbil, da domani sospensione voli stranieri da e verso Erbil (7)
Baghdad, 28 set 2017 12:33 - (Agenzia Nova) - Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, che nei giorni scorsi aveva già espresso la sua contrarietà al referendum, ha lanciato un durissimo messaggio a Erbil il 26 settembre scorso, avvertendo che Ankara prenderà tutte le misure “economiche e militari” a sua disposizione nei confronti di Erbil. “Francamente fino all’ultimo momento abbiamo pensato che Barzani non avrebbe commesso un errore del genere – ha detto Erdogan ad Ankara -. Ma sbagliavamo. La decisione, presa senza una consultazione o un incontro preventivo, è un tradimento verso il nostro paese in un momento in cui i nostri rapporti sono migliori che mai”. Erdogan ha minacciato quindi la chiusura dei confini con il nord dell’Iraq e il blocco di tutti i camion diretti in Kurdistan. “Si ritroveranno sull’orlo del precipizio quando inizieremo a imporre le nostre sanzioni”, ha aggiunto Erdogan, sottolineando come l’unico paese a sostenere il Kurdistan sia Israele. “Chi riconoscerà la vostra indipendenza? Israele – ha detto il presidente turco -. Il mondo non è Israele. Dovreste sapere che sventolare la bandiera israeliana non vi salverà”. Erdogan ha invitato quindi Barzani a fare marcia indietro, altrimenti “trascinerà la regione nel caos e in una guerra etnica”. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI