SLOVACCHIA-REPUBBLICA CECA
Mostra l'articolo per intero...
 
Slovacchia-Repubblica Ceca: incontro a Bratislava fra premier Fico e Babis suggella relazioni bilaterali e visione comune su Ue e Visegrad (8)
Bratislava, 05 gen 19:00 - (Agenzia Nova) - Ad inizio dicembre, la Commissione europea ha deciso di deferire alla Corte di giustizia dell'Ue la Repubblica Ceca, l'Ungheria e la Polonia per la mancata attuazione degli obblighi sui ricollocamenti di migranti. Il 15 giugno scorso la Commissione ha avviato procedure di infrazione contro i tre paesi. Le risposte fornite dai tre stati membri, spiega l'esecutivo comunitario, non sono risultate soddisfacenti. La Commissione ha deciso quindi di passare alla fase successiva della procedura di infrazione, inviando pareri motivati il 26 luglio. Nonostante la conferma della validità del meccanismo di ricollocazione da parte della Corte di giustizia dell'Ue, nella sua sentenza del 6 settembre, la Repubblica Ceca, l'Ungheria e la Polonia continuano a violare i loro obblighi giuridici. Anche in questo caso – precisa la Commissione – le risposte ricevute non sono state considerate soddisfacenti e i tre stati membri non hanno fornito alcuna indicazione da cui risulti che contribuiranno all'attuazione del meccanismo di ricollocazione di emergenza. Per questo motivo, la Commissione ha deciso di passare ora alla fase successiva della procedura di infrazione, ossia al deferimento di fronte alla Corte di giustizia. (Slb)
ARTICOLI CORRELATI