IRAN-USA
 
Iran-Usa: consigliere sicurezza statunitense Bolton, possibili ulteriori sanzioni contro Teheran
Parigi, 09 nov 2018 19:39 - (Agenzia Nova) - Il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti John Bolton ha dichiarato oggi che sono possibili ulteriori sanzioni contro l'Iran, dopo quelle entrate in vigore lo scorso 5 novembre e presentate come il più pesante ciclo di misure imposto da Washington contro Teheran. In una conferenza stampa a Parigi, dove si trova in visita per prendere parte alle celebrazioni del centenario della Prima guerra mondiale, Bolton ha dichiarato che i due round di sanzioni, il primo entrato in vigore ad agosto, hanno avuto un effetto "abbastanza significativo" sull'economia iraniana e sulle azioni del paese all'estero. "Penso che vedrete ancora più sanzioni che entrare in vigore in futuro", ha sottolineato Bolton. Rispondendo ad una domanda sui possibili obiettivi delle sanzioni, Bolton ha dichiarato: “Ci sono altre azioni che possiamo intraprendere nel campo del terrorismo e dell’antiterrorismo”. Il Fondo monetario internazionale (Fmi) prevede che le sanzioni porteranno l'economia iraniana a contrarsi dell'1,5 per cento quest'anno e del 3,6 per cento l'anno prossimo.

Secondo Bolton, vi sono già chiari indizi di una diminuzione delle attività dell’Iran in Iraq, Siria e Yemen. "Abbiamo assistito ad una continuazione e ad una esasperazione del malcontento politico all'interno dell'Iran. Quella opposizione continua a manifestarsi. Economicamente la valuta iraniana sta perdendo terreno, l'inflazione è quadruplicata e il paese è chiaramente in recessione", ha dichiarato. Bolton ha sottolineato che l'obiettivo di Washington è ancora quello di portare a zero le esportazioni iraniane di petrolio "nonostante le esenzioni concesse ai maggiori acquirenti di petrolio iraniano, tra cui Cina, India e Corea del Sud”. Infine Bolton ha aggiunto: "È con una certa soddisfazione che ho notato il odierno del prezzo del petrolio. Abbiamo lavorato con l'Arabia Saudita, gli Emirati e altri produttori per assicurarci che la produzione sia tale da non svantaggiare gli acquirenti storici di petrolio iraniano". (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..