KOSOVO
 
Kosovo: stampa olandese, presidente Thaci possibile indiziato del Tribunale speciale
Pristina, 21 set 2016 09:35 - (Agenzia Nova) - Secondo il quotidiano olandese “De Volkskrant”, il presidente del Kosovo Hashim Thaci potrebbe essere uno degli ex membri dell'Esercito di Liberazione del Kosovo (Kla) ad essere accusati dal Tribunale speciale, che dovrebbe essere operativo a breve a L'Aia. Il tribunale avrà il compito di perseguire eventuali crimini di guerra commessi dai membri dell’esercito di liberazione del Kosovo durante e dopo la guerra del 1999, ha detto che la corte sarà operativa all’inizio del 2017. Nella sua prima apparizione da quando è stato nominato procuratore capo del tribunale, David Schwendiman non ha detto chi sono i possibili imputati, ma la stampa olandese sostiene che Thaci e i suoi collaboratori dovranno affrontare le accuse di traffico di organi e altri crimini di guerra. "Sono consapevole della delicatezza politica di quello che sto facendo, ma sarò guidato solo dai fatti e dalla legge", ha detto Schwendiman.

Il 3 agosto 2015, l'Assemblea del Kosovo ha modificato la sua Costituzione, approvando la legge relativa all’istituzione del Tribunale e del procuratore speciale. In precedenza, il 15 febbraio 2015, era stato firmato un accordo tra il Kosovo e Paesi Bassi che autorizzava le autorità olandesi ad avviare i preparativi per l'istituzione di una sede per l’istituzione, relativa a una relazione sul trattamento disumano delle persone e il traffico illecito di organi umani in Kosovo stilata dalla commissione giuridica dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa nel dicembre 2010. L'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa ha approvato la relazione nel gennaio 2011, esprimendo preoccupazione per le accuse dei gravi reati commessi durante il conflitto in Kosovo, compreso il traffico di organi umani. Dopo la relazione, sono state immediatamente avviate le indagini, con la missione dell’Unione europea sullo stato di diritto a Pristina che ha istituito una task force speciale.

Il tribunale è formato da giudici internazionali, senza procuratori kosovari coinvolti. La corte sarà collegata a tutti i livelli del sistema giudiziario in Kosovo, il che significa che il Tribunale di base, la Corte d'Appello, la Corte Suprema e la Corte Costituzionale avranno ciascuno una camera speciale supplementare che si occuperà esclusivamente dei procedimenti penali relative alle accuse contenute nella relazione del Consiglio d'Europa. La Camera presso il Tribunale di base è composta da tre giudici più uno di riserva, mentre le Camere presso la Corte d'Appello, la Corte Suprema, e la Corte Costituzionale hanno ciascuno tre giudici. Tutti i giudici saranno nominati dal capo di Eulex e non dal presidente del Kosovo, come nel caso di altri incarichi giudiziari. (Kop)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..