SERBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Serbia: premier Vucic, rispettiamo integrità Bosnia ma Repubblica Srpska non scomparirà (4)
Belgrado, 21 set 2016 10:34 - (Agenzia Nova) - La decisione della Corte costituzionale bosniaca, annunciata nel novembre dello scorso anno, di abolire la Festa della Repubblica Srpska, il nove gennaio, in quanto irrispettosa del popolo musulmano e del popolo croato, è stata duramente criticata dal presidente di Banja Luka, Milorad Dodik, il quale ha annunciato per il 25 settembre, ovvero per domenica prossima, un referendum contro la sentenza in questione. Accogliendo gli appelli di Dodik, ma anche dell'esponente musulmano nella presidenza tripartita bosniaca Bakir Izetbegovic, questo sabato la Corte costituzionale ha riesaminato la propria decisione, arrivando tuttavia alla stessa conclusione, annunciata in precedenza. Inoltre, la Corte costituzionale ha accolto la richiesta di Izetbegovic di vietare il referendum dell'entità serba, ma i vertici di Banja Luka hanno già ribadito l'intenzione di non prestare attenzione al divieto. (Seb)
ARTICOLI CORRELATI