TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: vicepresidente Europarlamento Castaldo a "Nova", paese faro di democrazia nel mondo arabo (6)
Tunisi, 09 mag 12:40 - (Agenzia Nova) - Il sogno di Souad Abderrahim, capolista del partito islamico moderato Ennahda a Tunisi, di diventare il primo sindaco donna della capitale tunisina potrebbe quindi infrangersi. Per ottenere l’incarico, infatti, la 54enne ex farmacista deve ancora guadagnare la fiducia del Consiglio municipale. Il partito del fronte laico nazionale Nidaa Tounes, tuttavia, ha già detto che sosterrà il capo della sua lista, Kamel Idir, e non la rivale di Ennahda. A dirlo è stato Wissem Saidi, uno dei leader della formazione politica laica, parlando all’emittente radiofonia locale “Shems Fm”. Le alleanze tra Ennahda e Nidaa Tounes all’interno dei consigli comunali della Tunisia saranno valutate “caso per caso”, ha detto Saidi, spiegando che che non ci sarà alcuna alleanza a livello nazionale e che esisterebbe già un’intesa tra le prime due maggiori formazioni politiche del paese per il consiglio comunale della capitale. Saidi non ha escluso la possibilità di eventuali coalizioni con altre formazioni politiche come l'Unione civile, le liste indipendenti e il Fronte popolare. (Asc)
ARTICOLI CORRELATI