TURCHIA-CIPRO
Mostra l'articolo per intero...
 
Turchia-Cipro: prosegue crisi nave Saipem 12000, Ue invita Ankara ad evitare azioni contro paesi membri (3)
Roma, 12 feb 20:00 - (Agenzia Nova) - Dopo la dura condanna dell’atteggiamento di Ankara, espressa ieri dal presidente cipriota, Nicos Anastasiades, oggi il portavoce del governo di Nicosia, Nicos Christodoulides, ha sottolineato che l’obiettivo dell’esecutivo è che la piattaforma Saipem 12000 arrivi al blocco 3 della Zona economica esclusiva di Cipro e inizi le sue attività di perforazione esplorativa presso l'area chiamata "Cuttlefish”. Parlando all’agenzia di stampa "Cyprus News Agency", Christodoulides si è astenuto dal fornire ulteriori dettagli sulla reazione del governo alla situazione in atto, dato che "ciò potrebbe influire sull'efficacia delle azioni intraprese". Condanna giunta anche dal ministero degli Esteri greco, che in una nota ha sottolineato come “la Turchia continui a mettere in dubbio la legalità internazionale violando i diritti sovrani della Repubblica di Cipro nel Mediterraneo orientale”. Nel comunicato, Atene ha chiesto ad Ankara “di desistere dal compiere ancora azioni illegali e a rispettare gli obblighi derivanti dal diritto internazionale", sottolineato che “questa condotta è indicativa di alcuni intenzioni della Turchia sulla questione cipriota". Secondo il ministero degli Esteri di Atene, "il comportamento provocatorio da parte della Turchia non rispetta la condotta di un paese candidato all'adesione Ue". Atene apprezza invece la "posizione calma e composta" della Repubblica di Cipro, "che riafferma il suo ruolo come un pilastro di stabilità nel Mediterraneo orientale". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI