SIRIA
 
Siria: ministro Esteri tedesco, necessario combattere terrorismo ma senza mettere in pericolo civili innocenti
Berlino, 14 set 18:44 - (Agenzia Nova) - In Siria è “certamente necessario combattere il terrorismo” e su tale questione le posizioni di Germania e Siria sono “allineate”. Tuttavia, le operazioni contro i terroristi “non devono mettere in pericolo la vita di migliaia di civili innocenti, si deve garantire il diritto alla sicurezza o assisteremo a una catastrofe umanitaria”. È quanto dichiarato dal ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, durante la conferenza stampa con l'omologo russo Sergej Lavrov, ricevuto oggi a Berlino. L'incontro tra i ministri degli Esteri di Germania e Russia è stato dedicato ai rapporti tra i due paesi e alla soluzione alle crisi in Ucraina e Siria. In particolare, Maas e Lavrov hanno discusso dell'imminente offensiva che l'esercito siriano sta per avviare con l'appoggio dell'aeronautica russa nel governatorato di Idlib, regione della Siria nord-occidentale in gran parte controllata dai ribelli. Per Maas, ogni opzione per la Siria “deve garantire sicurezza, senza persecuzioni da parte del governo” del presidente siriano Bashar al Assad. Inoltre, i rifugiati siriani “non devono tornare se i loro diritti non verranno garantiti. Pertanto, secondo il ministro degli Esteri tedesco, in Siria è necessario “un processo politico affidabile” che deve trovare una soluzione al conflitto “accettabile dai siriani” e deve essere “la base per la ricostruzione”. Su tale questione, Maas ha dichiarato che Germania e Russia “non concordano pienamente”. Con riguardo al possibile impiego di armi chimiche da parte del governo siriano, “è chiaro” per la Germania che la Russia abbia “una certa influenza sul regime” di Assad, ha proseguito il capo della diplomazia tedesca. Questi ha quindi auspicato che “tale influenza utilizzata al fine di impedire l'utilizzo di armi chimiche”. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI