SPECIALE ICT
 
Speciale Ict: conclusa prima giornata Asta 5G
Roma, 14 set 16:30 - (Agenzia Nova/Key4biz) - La banda 700, il pezzo più pregiato dell’asta 5G, è andato – dopo il blocco da 10 Mhz riservato a Iliad (in qualità di nuovo entrante) a Tim e Vodafone, con due lotti (2×5 Mhz) a testa. L’esborso complessivo dei tre operatori per le frequenze 700 Mhz è pari a 2,04 miliardi di euro, un ottimo incasso per lo Stato, tanto più che la gara 5G (che dopo il primo giorno di rilanci ha già raggiunto quota 2,8 miliardi, 300 milioni in più di quanto previsto nella legge di Bilancio) è ancora in corso e sulla banda 3700 Mhz la competizione fra i partecipanti (Tim, Vodafone, Iliad, Fastweb e Wind Tre) sarà serrata. La nuova tornata di rilanci è in corso da stamattina. Quel che è certo è che, visti gli incassi provvisori, le procedure di gara messe a punto dall’Agcom per la gara 5G stanno funzionando, diversamente da quanto sostenuto oggi su Repubblica in edicola da Sara Bennewitz, secondo cui , secondo cui “l’asta 5G fa flop” e che imputa proprio alle procedure di gara dell’asta la mancanza di rilanci per la banda 700 nonché, il “regalo” di un lotto riservato al nuovo entrante Iliad. “Ma andrebbe fatta anche una riflessione sulle regole e procedure dell’asta perché di fatto una vera gara per aggiudicarsi lo spettro migliore non c’è stata”, aggiunge Sara Bennewitz. In realtà, proprio perché si poteva intuire prima della gara che soltanto tre operatori mobili avrebbero fatto domanda per i 700 Mhz (Tim, Vodafone e Wind Tre), la scelta di Agcom di fissare una base d’asta molto alta in questa banda (circa 700 milioni di euro per ognuno dei lotti a gara) si è rivelata vincente. La gara 5G non è ancora conclusa e l’Italia ha già superato i 2,5 miliardi di euro di incassi previsti in bilancio. Quindi, il design di gara messo a punto da Agcom – che comporta una gara dinamica multibanda con rilanci migliorativi – si sta rivelando lungimirante e di successo. E questo a maggior ragione, in assenza di Wind Tre che non ha preso parte alla contesa per i 700 Mhz, ma che potrà rifarsi sulle altre bande a gara.
(K4b)
ARTICOLI CORRELATI