DIFESA
Mostra l'articolo per intero...
 
Difesa: Taiwan sviluppa missili per contenere la minaccia militare cinese (4)
Taipei, 20 ago 04:30 - (Agenzia Nova) - Il progressivo “accerchiamento” di Taiwan intrapreso dalla Cina negli ultimi due anni, dopo l’elezione del presidente taiwanese pro-indipendenza Tsai Ing-wen, si sta facendo sempre più asfissiante. Il Burkina Faso, che il mese scorso ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche formali con l’Isola, e l’allacciamento di quelle con Pechino, è soltanto l’ultimo di una lista ormai consistente di paesi che hanno ceduto alle pressioni politiche e alle lusinghe economiche della Cina, che pone il principio di “una sola Cina” come prerequisito imprescindibile per l’interlocuzione con gli altri paesi. Il mese scorso Taiwan aveva già scontato l’abbandono da parte della Repubblica Dominicana; lo scorso anno era stata la vota di Panama e del Gambia, e prima ancora, nel dicembre 2016, aveva rinunciato alle relazioni con Taipei il piccolo arcipelago africano di São Tomé e Príncipe. Da mesi si susseguono indiscrezioni sull’imminente “abbandono” di Taiwan anche da parte di Paraguay, Santa Lucia e Nigaragua. L’offensiva di Pechino, però, si è intensificata anche sul fronte delle organizzazioni internazionali – anche quest’anno Taipei è stata esclusa dall’annuale summit dell’Organizzazione mondiale della sanità, proprio su pressione della Cina – e su quello militare: le acque attorno a Taiwan sono teatro da mesi di esercitazioni cinesi esplicitamente presentate da Pechino come prove generali di “accerchiamento” militare. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI