TERRORISMO
 
Terrorismo: analista algerino, svelato piano di al Qaeda per reclutare migranti subsahariani
Algeri , 18 lug 2017 13:53 - (Agenzia Nova) - Le autorità algerine avrebbero appurato il coinvolgimento di Al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi) nel reclutamento dei migranti all'interno dell'organizzazione terroristica. Lo ha affermato l’esperto algerino degli Affari per la sicurezza, Ali Zaoui, in una dichiarazione al quotidiano algerino “El Fajr”. Secondo le informazioni di Zaoui, dopo la cattura del terrorista Abou Bacir, avvenuta lo scorso 24 maggio, da parte dell’esercito algerino nella regione di Ghardaia, nel sud del paese, le autorità hanno scoperto un piano ideato da Aqmi per attirare un numero significativo di migranti nei campi gestiti dai gruppi armati nella regione del Sahel. Abou Bacir, nome di battaglia di Z. Said, attivo nella zona montuosa della regione di Boumerdes, si stava spostando in Mali, accompagnato da alcuni combattenti africani, per incontrare alcune figure di spicco di Aqmi, tra cui l’emiro Ayad Ghali e l’emiro Abou Hammam. Dopo l’analisi di informazioni ricevute, lo scorso 24 maggio, le unità dell’esercito algerino hanno catturato Abou Bacir, insieme ad alcuni terroristi maliani, nella città di Mansura, nel dipartimento di Ghardaia. Secondo l’analista, Abou Bacir stava pianificando un piano con i responsabili di Aqmi per lanciare un piano di reclutamento rivolto ai migranti dell’Africa subsahariana. Zaoui ha sottolineato, infine, che Aqmi ha perso terreno in Algeria, e questo grazie al lavoro dell’esercito algerino. (Ala)
ARTICOLI CORRELATI