INFRASTRUTTURE
 
Infrastrutture: Emirati costruiranno oleodotto che collegherà Addis Abeba a porto eritreo di Assab
Addis Abeba, 10 ago 11:12 - (Agenzia Nova) - L'Etiopia e gli Emirati Arabi Uniti hanno raggiunto un accordo per la costruzione di un oleodotto che collegherà la città portuale eritrea di Assab con la capitale etiope Addis Abeba. È quanto annunciato oggi nel corso di un incontro tra il primo ministro etiope Abiy Ahmed e il ministro di Stato per la Cooperazione internazionale emiratino Reem al Hashimy. Le due parti, secondo quanto riporta il sito web dell’emittente etiope “Fana”, hanno concordato di condurre al più presto uno studio di fattibilità per la costruzione dell’oleodotto e hanno inoltre discusso i modi per attuare gli accordi di investimento già conclusi, in particolare nel settore immobiliare. L’annuncio giunge dopo che il mese scorso il portavoce del ministero degli Esteri etiope Meles Alem ha confermato che sono in corso lavori per consentire la riapertura dei collegamenti stradali fra l’Etiopia e il porto di Assab, sulla costa eritrea del Mar Rosso.

In precedenza era stato il portavoce del governo di Addis Abeba, Ahmed Shide, ad annunciare l’intenzione delle autorità etiopi di riaprire le due strade che collegano il paese alle città portuali eritree di Assab e di Massaua, in Eritrea. “Gli sviluppi in corso non porteranno benefici solo ai nostri popoli, ma all'intera regione del Corno d'Africa”, aveva detto Shide in un’intervista pubblicata sul sito web del ministero dell'Informazione eritreo. L’Etiopia è fortemente dipendente dai porti del vicino Gibuti a causa della mancanza di un accesso al mare e, con tale scopo, nel maggio scorso il premier Ahmed ha concordato con le autorità sudanesi l’acquisizione di una quota del porto della città di Port Sudan. Inoltre, nel marzo scorso Addis Abeba ha acquisito dall’emiratina Dp World una quota del 19 per cento del porto di Berbera, nel Somaliland. La riapertura dei collegamenti stradali fra Etiopia ed Eritrea rientra fra le misure previste dopo la storica “Dichiarazione congiunta di pace e amicizia” siglata lo scorso 9 luglio ad Asmara fra il presidente eritreo Isaias Afewerki e il premier etiope Abiy Ahmed. (Res)
ARTICOLI CORRELATI