SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Ferraris (Terna), nostro progetto modello per altri investitori in Montenegro
Podgorica, 30 lug 2018 14:00 - (Agenzia Nova) - Il progetto di costruzione del cavo di interconnessione sottomarina tra l'Italia e il Montenegro rappresenta un modello positivo per altri investitori a Podgorica. Lo ha affermato l'amministratore delegato e direttore generale della compagnia Terna Luigi Ferraris in un'intervista rilasciata al quotidiano "Pobjeda". Ferraris ha detto che "si tratta di un esempio di come l'investitore dall'estero collabora con lo stato a beneficio di entrambi". Ferraris ha inoltre detto che "in Montenegro si può investire e noi siamo assolutamente soddisfatti". Ferraris ha riferito di avere discusso recentemente a Roma con il presidente del Montenegro Milo Djukanovic, "parlando di piani futuri". Rispondendo alla domanda su eventuali nuovi investimenti in Montenegro, l'ad di Terna ha detto che "è necessario prima concludere quanto avviato". Ferraris ha detto che le modalità di cooperazione "seguono una buona strada, anche se ci sono sempre cose da migliorare, ma il progetto è un buon modello di cooperazione con compagnie nazionali e con lo stato". Il progetto, secondo Ferraris, "ha un'importanza strategica per la regione, dato che rappresenta la prima interconnessione tra il Montenegro e l'Italia e l'Europa, ovvero tra i Balcani e l'Europa". Il progetto "è destinato a contribuire allo sviluppo delle regioni nel futuro, per quanto riguarda le infrastrutture e, di conseguenza, il settore turistico". Il cavo, a detta di Ferraris, "sarà completato entro la fine dell'anno e sarà pronto all'utilizzo commerciale a metà dell'anno prossimo". Il progetto "viene realizzato in base ai piani". Ferraris ha ricordato che "l'Unione europea ha riconosciuto il cavo di interconnessione sottomarina come un progetto di interesse generale". Durante la propria visita a Roma, il presidente del Montenegro Milo Djukanovic ha affermato che "la conclusione del progetto è in vista e possiamo essere orgogliosi di avere realizzato un legame importante nell'integrazione strategica dei Balcani". Il progetto, secondo quanto sostenuto da Djukaanovic, "rappresenta uno sprone per aprire nuove prospettive di cooperazione con Terna, ma anche con la più larga comunità di investitori italiani ed europei". (Mop)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..