MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: termina senza violenze venerdì preghiera Spianata moschee ma resta alta tensione tra israeliani e palestinesi
Gerusalemme, 28 lug 2017 19:00 - (Agenzia Nova) - E’ terminata in modo pacifico la preghiera del venerdì sulla Spianata delle moschee (Monte del Tempio per gli ebrei) dopo 13 giorni di proteste e scontri legati alle nuove misure di sicurezza installate e in seguito rimosse dalle autorità israeliane sulla Spianata delle moschee (Monte del Tempio per gli ebrei). Tuttavia resta alta la tensione nello Stato di Israele, nei Territori palestinesi e anche in Giordania. Secondo quanto riferiscono i media israeliani, un palestinese di 16 anni è morto oggi in scontri avvenuti con l’esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Gli incidenti sono avvenuti a est del campo profughi di al Bureij, nella parte centrale della Striscia palestinese. Scontri si sono registrati subito dopo la preghiera del venerdì anche a Betlemme, dove migliaia di palestinesi hanno manifestato a difesa della moschea di al Aqsa a Gerusalemme. Sempre a Betlemme un giovane palestinese è stato ucciso dopo aver tentato di aggredire con un coltello un agente della sicurezza israeliana al check point di Gush Etzion tra Cisgiordania e Israele. Ad Amman migliaia di persone hanno invece manifestato per chiedere a re Abdullah II di ritirarsi dall’accordo di pace con lo Stato di Israele firmato nel 1994. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI