BORSELLINO
 
Borsellino: Casellati, "eroe civile", suo "manifesto" esempio per istituzioni
Roma, 18 lug 2018 13:39 - (Agenzia Nova) - Domani ricorre il 26mo anniversario della strage di via D'Amelio. Lo ha ricordato oggi nel suo discorso in Aula la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, definendo "triste e doloroso" l'anniversario, "una di quelle date che hanno cambiato la storia", dove, oltre a Paolo Borsellino, persero la vita i 5 agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina ed Emanuela Loi. "Paolo Borsellino - prosegue Casellati - non è stato solo un grande magistrato", è stato "ed è - molto di più. Un eroe civile". Per la presidente del Senato, "quel 19 luglio ha tolto tantissimo all'Italia; quel 19 luglio ha dato tantissimo alla storia d'Italia" e per Borsellino "la mafia non era un male inestirpabile ma un fenomeno criminale e come tutti i fenomeni criminali poteva e doveva essere sconfitto". La seconda carica dello Stato ha poi voluto citare una frase del magistrato antimafia: "Se la gioventù le negherà il consenso, anche l'onnipotente e misteriosa Mafia svanirà come un incubo". "Un manifesto", secondo Casellati, di quello che le "istituzioni sono chiamate a fare ogni giorno per affermare lo Stato di diritto".
(Com)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..