GIORDANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Giordania: omicidio giornalista Hattar, scontro tra anima laica ed estremista del paese (6)
Amman, 26 set 2016 19:15 - (Agenzia Nova) - Subito dopo questo episodio di cronaca, che ha generato un’ondata di prese di posizione da parte della società civile e del sindacato dei giornalisti, il premier giordano Hani al Mulqi ha presentato le dimissioni al re Abdullah II. Pur accettando la decisione del primo ministro, il sovrano giordano lo ha incaricato di formare il nuovo governo in un momento “delicato” della vita politica del paese arabo. Lo scorso 20 settembre i cittadini giordani si sono recati alle urne per eleggere i 130 rappresentanti del parlamento, il cui 10 per cento circa sarà composto da esponenti del movimento islamista Fronte d’azione islamico (Iaf). Il partito legato alla Fratellanza musulmana si è presentato alle consultazioni dopo aver boicottato le due precedenti tornate elettorali e questo ha rappresentato una delle “novità” delle elezioni che si sono concluse la scorsa settimana. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI