ENERGIA
 
Energia: testato con successo cavo per interconnessione elettrica tra Italia e Montenegro
Podgorica, 11 lug 11:05 - (Agenzia Nova) - La compagnia italiana Terna ha testato con successo il funzionamento del cavo di interconnessione elettrica sottomarina tra l'Italia e il Montenegro. Lo riferisce oggi l'emittente "Rtcg", secondo cui il collaudo ha dimostrato che il cavo è funzionante per tutta la lunghezza. La testata ha inoltre evidenziato che il cavo "è pronto per l'utilizzo". La lunghezza del cavo è di 455 chilometri, di cui 433 chilometri sotto il mare. "Il cavo elettrico sottomarino tra Italia e Montenegro dovrebbe essere attivato all'inizio del 2019", ha dichiarato nei giorni scorsi il ministro dell'Economia montenegrino, Dragica Sekulic, in un'intervista all'agenzia di stampa azera "Trend". Come evidenziato dal ministro Sekulic, il cavo elettrico fornirà "una dimensione completamente nuova" e maggiore importanza ai progetti esistenti e futuri nel settore dell'energia nella regione.

Il progetto di interconnessione energetica tra Italia e Montenegro, approvato dal ministero dello Sviluppo economico nel 2008, prevede l'importazione di energia dal Montenegro attraverso un cavo sottomarino in corrente continua con portata fino a 1 Gw che transiterà nel Mare Adriatico. Il corridoio dell'elettrodotto Tivat-Pescara tra l'Italia e il Montenegro avrà una lunghezza di connessione di 415 chilometri, di cui 390 chilometri in un cavo sottomarino e 25 in una connessione terrestre. L'obiettivo è quello di contribuire alla diversificazione delle fonti e delle aree di approvvigionamento energetico ed alla riduzione del prezzo dell'energia elettrica in Italia, nonché di incrementare i livelli di sicurezza del sistema elettrico italiano. Il cavo consentirà sia di importare sia di esportare energia, a seconda delle valutazioni effettuate sui costi orari. (Mop)
ARTICOLI CORRELATI