SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Azerbaigian, Socar valuta nuove fonti per il Corridoio meridionale del gas
Baku, 06 lug 17:45 - (Agenzia Nova) - Il Corridoio meridionale del gas potrebbe beneficiare di nuove fonti oltre al giacimento azerbaigiano di Shah Deniz. Lo ha detto Vitaly Beglyarbekov, vicepresidente per gli investimenti e il marketing della compagnia petrolifera statale dell'Azerbaigian (Socar) in un'intervista al portale di informazioni “Mosca-Baku”. "Ne abbiamo parlato ripetutamente e confermo il nostro interesse ad attirare gas da nuove fonti, in aggiunta o allo stesso livello di quelle dell'Azerbaigian, nel Corridoio meridionale del gas. Ovviamente, prima di tutto, siamo discutendo del potenziale dell'Azerbaigian stesso oltre al giacimento di Shah Deniz: per esempio il campo di Absheron, dove è in fase di preparazione l'avvio della produzione; un'ulteriore espansione dello sviluppo del giacimento di Umid; oltre che alcune opportunità in merito al progetto Babek unito proprio all’Umid”, ha detto Beglyarbekov. Il vicepresidente di Socar ha menzionato il Medio Oriente, l'Asia Centrale o il Mediterraneo orientale tra le nuove potenziali fonti per il Corridoio meridionale del gas. "Fra queste ci potrebbe essere anche il gas russo: non facciamo alcuna eccezione o discriminazione a questo riguardo, e siamo pronti a lavorare con tutti i produttori o proprietari di gas. I termini di questa cooperazione sono molto semplici: il fornitore deve essere legittimo e interessato a sfruttare il nostro sistema. Non abbiamo altre restrizioni in presenza di accordi commerciali", ha affermato il rappresentante di Socar. (Res)
ARTICOLI CORRELATI