AGROALIMENTARE
Mostra l'articolo per intero...
 
Agroalimentare: ministro Centinaio a "La Stampa", vogliamo difendere i prodotti italiani
Roma, 14 giu 09:23 - (Agenzia Nova) - L'autorizzazione all'importazione di nuove quote a dazio zero di olio d'oliva tunisino non è all'ordine del giorno: a renderlo noto nei giorni scorsi fonti dell'Unione europea. Una scelta che ha sgomberato il campo da uno dei potenziali terreni di scontro tra Bruxelles e il governo italiano a guida giallo-verde. Il ministro dell'Agricoltura e Turismo, Gian Marco Centinaio, in una intervista a "La Stampa" spiega che se Bruxelles prenderà questa decisione per noi è un fatto positivo. "Comunque vigileremo. E in ogni caso vogliamo difendere la qualità dei nostri prodotti Made in Italy". E aggiunge: "Vogliamo anche far di tutto per contrastare l'italian sounding". E qui l'Italia andrà a battere i pugni perché "non ratificheremo il trattato di libero scambio con il Canada perché tutela solo una piccola parte dei nostri prodotti Dop e Igp". Il trattato Ceta, però, premia anche le esportazioni dei prodotti industriali: "E noi andiamo avanti lo stesso. Chiederemo al Parlamento di non ratificare quel trattato e gli altri simili al Ceta, del resto è tutto previsto nel contratto di governo. E comunque non si tratta solo di una posizione dei sovranisti della Lega ma i dubbi su questo accordo sono comuni a tanti miei colleghi europei". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI