TURCHIA
 
Turchia: candidato opposizione Chp Ince a presidenziali 24 giugno accusa Erdogan di “accordi segreti con Israele”
Ankara , 13 giu 18:46 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, candidato per un secondo mandato alle elezioni presidenziali anticipate che si terranno nel paese il 24 giugno, ha concluso “accordi segreti con Israele”. È questo l’atto d’accusa lanciato oggi da Muharrem Ince, candidato alla presidenza della Turchia dal Partito repubblicano del popolo (Chp), principale formazione di opposizione nel paese. Durante un comizio a Ordu, capoluogo dell’omonima provincia turca sul Mar Nero, rivolgendosi a Erdogan, Ince ha dichiarato: “Ha firmato un accordo segreto con Israele? Sì, lo ha fatto!”. Senza illustrare la natura o il contenuto della presunta intesa, Ince ha duramente criticato la politica del presidente turco nei confronti di Israele. Per il candidato del Chp, Erdogan e il suo partito Giustizia e sviluppo (Akp), al governo dal 2003, “stanno ingannando l’opinione pubblica”. La politica di ostilità condotta dalla Turchia di Erdogan nei confronti dello Stato ebraico è “pura retorica, parole vuote”, ha evidenziato Ince, secondo cui il governo turco “continua a fare affari d’oro” con Israele. “Continua il commercio di petrolio con Israele? Sì, continua! Continua l’importazione di sementi da Israele? Sì, continua!”, ha denunciato Ince. Il candidato del Chp ha poi ricordato che la Turchia continua a imporre visti d’ingresso sui palestinesi, mentre i cittadini israeliani che intendono recarsi nel paese per turismo sono esentati da tale obbligo. Ince ha quindi invitato Erdogan a un dibattito televisivo sulla politica della Turchia per lo Stato ebraico: “Chiedo a Erdogan di discutere con me la politica del governo su Israele in televisione”. “Accetterà? È un codardo?”, si è chiesto il candidato del Chp davanti ai suoi sostenitori.

(Tua)
ARTICOLI CORRELATI