EGITTO

 
 

Egitto: paese assume presidenza sottocomissione su prevenzione traffico illecito beni culturali

Il Cairo , 01 giu 2018 16:07 - (Agenzia Nova) - L’Egitto è stato eletto alla presidenza della sottocomissione della Convenzione sui mezzi di proibizione e prevenzione del traffico illecito di beni culturali, stipulata nel 1970 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la scienza e la cultura (Unesco). Lo rende noto oggi l’agenzia di stampa governativa egiziana “Mena”. L’Egitto è il primo paese arabo ad assumere la presidenza della sottocommissione dalla sua istituzione nel 2013. La presidenza egiziana è stata approvata all'unanimità e durerà dal maggio 2018 al maggio 2019. “Nel prossimo futuro, la delegazione egiziana all’Unesco si impegnerà ancora di più per dare effettività alla sottocommissione”, ha detto Ehab Badawy, ambasciatore d’Egitto in Francia e rappresentante permanente presso l’Unesco. La presidenza egiziana della sottocommissione, ha aggiunto il diplomatico, assume “particolare importanza alla luce della grande attenzione che l’Egitto pone nel recupero dei beni trafugati all'estero”. Negli ultimi anni, il traffico illegale di reperti archeologici è in netta crescita in Egitto. Per contrastare il fenomeno, la legge egiziana prevede una pena detentiva che va da sette anni di reclusione al carcere a vita e una multa di 10 milioni di sterline egiziane (circa 470 mila euro) per gli autori di tale reato
(Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE