SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Usa-Corea del Nord, missione segreta di Pompeo mostra fiducia di Trump nelle spie invece che nei diplomatici
New York, 19 apr 15:30 - (Agenzia Nova) - La decisione del presidente Donald Trump di inviare il direttore della Central Intelligence Agency (Cia), Mike Pompeo, in missione segreta nella Corea del Nord ad incontrare Kim Jong-un mostra quanto poco il capo della Casa Bianca si fidi dei suoi diplomatici e si affidi, piuttosto alle “spie” nel raggiungere quello che potrebbe essere un’apertura storica tra i due leader. Lo sostiene il quotidiano “New York Times”, ricordando che Pompeo è stato nominato segretario di Stato dal presidente lo scorso mese e che ora è già stato chiamato a gettare le basi del prossimo incontro tra Trump e Kim. Il direttore della Cia attende ancora la ratifica della sua nomina e deve affrontare il voto non scontato della commissione per le Relazioni estere del Senato, dove i Democratici hanno già annunciato opposizione. La riunione segreta conferma, però, la fiducia che il presidente nutre nei confronti di Pompeo. Ex ufficiale dell'esercito ed ex deputato, è stato, in Congresso, una voce del Tea Party, il movimento populista anti-tasse, e libertario nato nel 2009 in opposizione all'amministrazione Obama, alla riforma sanitaria in particolare. Pompeo è un 'falco', che si è fatto conoscere a livello nazionale come membro della Commissione della Camera sull'attacco di Bengasi, in Libia, nel 2012, in cui morirono l'ambasciatore Christopher Stevens e altri tre cittadini statunitensi. Una figura agli antipodi rispetto all’ex segretario Rex Tillerson che Trump ha licenziato poco dopo aver accettato la proposta di incontro del leader nordcoreano. (Res)
ARTICOLI CORRELATI