SLOVACCHIA
 
Slovacchia: si dimette ministro Interno Drucker
Bratislava, 16 apr 14:25 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Interno slovacco Tomas Drucker ha rassegnato oggi le dimissioni, aggiungendo di non ritenere necessario destituire Tibor Gaspar dal suo incarico di direttore della polizia. L'annuncio del ministro è giunto nel corso di una conferenza stampa; Drucker lascia così l'incarico a nemmeno un mese dalla nomina. Il ministro ha notato come le troppe richieste circa la destituzione di Gaspar lo avrebbero indotto a una decisione "non sentita e non corretta". "Non ho il diritto di rimanere nella posizione di ministro dell'Interno", ha affermato Drucker in relazione alle pressioni del presidente Andrej Kiska, aggiungendo che il dicastero rimarrà comunque sotto il controllo del partito Direzione-socialdemocrazia (Smer-sd) e quindi il suo sostituto dovrebbe essere nominato dal premier Peter Pellegrini. Circa la reazione di quest'ultimo, il ministro ha ammesso che la decisione di dimettersi "non è stata gradita".

Ad inizio mese, il primo ministro slovacco Pellegrini si era detto rammaricato per le nuove manifestazioni pubbliche atte a chiedere le dimissioni del capo della polizia Gaspar. Il premier aveva spiegato come le decisioni in materia di polizia fossero responsabilità del nuovo ministro dell'Interno Tomas Drucker, a cui Pellegrini ha dato "carta bianca". Il primo ministro si era detto "dispiaciuto che le persone continuino a protestare", dopo ormai diverse settimane di manifestazioni. "Lascio che sia il ministro Drucker a decidere i cambiamenti", aveva detto Pellegrini, notando che, per la credibilità del sistema politico slovacco, nessun altro politico dovrebbe influire circa le scelte del ministro dell'Interno.

Drucker aveva recentemente dichiarato che gli sarebbe stato necessario un mese per decidere del futuro del capo della polizia. Secondo l'ormai ex ministro, l'autorità di sicurezza slovacca funzionerebbe correttamente: le statistiche mostrano mensilmente la diminuzione della criminalità e confermano i trend positivi in questo senso. Il ministro, tuttavia, aveva più volte sottolineato la necessità di modificare il sistema di nomina dei direttori delle varie unità delle forze dell'ordine in modo che non siano nominati dal governo.

Dopo la nomina di Drucker a ministro dell'Interno, già un alto funzionario della polizia ha lasciato il suo incarico. Si tratta del capo di una delle unità dell'Agenzia nazionale anti-criminalità (Naka), Robert Krajmer. Questi è al centro di polemiche dopo essere stato visto sul luogo dell'omicidio del giornalista Jan Kuciak e della sua fidanzata poco dopo il rinvenimento dei corpi, pur non trattandosi di un caso che ricadesse sotto le competenze della Naka. La presenza di Krajmer è vista con sospetto dai media slovacchi anche a causa dei rapporti fra Krajmer e l'oligarca Norbert Bodor, su cui Kuciak scriveva. (Slb)
ARTICOLI CORRELATI