SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: India, chiusa la decima edizione del salone DefExpo
Nuova Delhi, 16 apr 15:30 - (Agenzia Nova) - Si è conclusa sabato scorso, 14 aprile, in India, a Tiruvidanthal, nello Stato sud-orientale del Tamil Nadu, la decima edizione del salone DefExpo. Fino a sabato la fiera è stata aperta anche ai visitatori non specialisti per poter partecipare a una competizione nazionale dal titolo “Soluzioni ai problemi”, bandita dal governo per reperire idee innovative per il settore della difesa. DefExpo 2018 ha visto la partecipazione di 671 espositori, di cui 517 indiani e 154 stranieri. Tra le presenze figurano, per quanto riguarda l’industria nazionale, Tata, Larsen & Toubro, Kalyani, Bharat Forge, Mahindra, Mku, Defence Research and Development Organisation (Drdo), Hindustan Aeronautics Limited (Hal), Bharat Electronics Limited (Bel), Bharat Dynamics Limited (Bdl), Bharat Earth Movers Limited (Beml), Mazagon Dock Shipbuilders Limited (Mdl), Garden Reach Shipbuilders & Engineers (Grse), Gsl, Hindustan Shipyard Limited (Hsl), Mishra Dhatu Nigam Limited (Midhani), Ordnance Factories.

L’elenco dei nomi internazionali comprende colossi come Lockheed Martin, Boeing (Stati Uniti), Saab (Svezia), Airbus e Rafale (France), Rosonboron Exports e United Shipbuilding (Russia), Bae Systems (Regno Unito), Sibat (Israel), Wartsila (Finlandia), Rohde & Schwarz (Germania). Sono registrate 47 delegazioni ufficiali, tredici delle quali di livello ministeriale: Stati Uniti, Regno Unito, Afghanistan, Repubblica Ceca, Finlandia, Italia, Madagascar, Myanmar, Nepal, Portogallo, Corea del Sud, Seychelles e Vietnam. Diversi paesi sono rappresentati da più di dieci delegati.

Il governo di Nuova Delhi punta a mostrare le capacità produttive del paese, che è il primo importatore mondiale di armi: l’edizione, infatti, ha per titolo “India: l’hub manifatturiero emergente della difesa”. Accanto a quella dello Stato, principale attore, viene sottolineata la forza crescente del settore privato, specialmente delle imprese di ridotte dimensioni attive nella produzione di sottosistemi e componenti. Le micro, piccole e medie imprese occupano il quindici per cento dello spazio espositivo. Per quanto riguarda il padiglione indiano, sono esposti circa 70 prodotti, rappresentativi della produzione nazionale, che l’anno scorso ha raggiunto un valore di 550 miliardi di rupie (6,87 miliardi di euro). (Inn)
ARTICOLI CORRELATI