RUSSIA-UCRAINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Russia-Ucraina: Osce, Mosca e Kiev risolvano in via bilaterale questione su divieto accesso al voto per cittadini russi
Mosca, 18 mar 18:50 - (Agenzia Nova) - L'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) non ha intrapreso azioni di valutazione sulla non ammissione dei cittadini russi ai seggi elettorali nelle missioni diplomatiche della Federazione russa in Ucraina. È quanto affermato oggi dal portavoce dell'Ufficio per la Democrazia, le istituzioni e i diritti umani (Odhir) dell'Osce, Thomas Reimer. L'Odhir sostiene che nella prassi internazionale non esistano norme che regolino il processo di voto nelle elezioni al di fuori delle autorità statuali. "Credo che questi processi siano determinati da accordi bilaterali", ha dichiarato Reimer, in risposta alla richiesta dell'agenzia di stampa russa "Tass" di un commento sulla decisione del ministero dell’Interno di Kiev di vietare ai cittadini russi l'accesso ai seggi elettorali delle missioni diplomatiche di Mosca. In precedenza la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, aveva definito “assolutamente illegale” la decisione di Kiev. “I cittadini russi che intendono esprimere il loro voto in Ucraina stanno constatando con i loro occhi cosa stia accadendo: il risultato dell'espressione della loro volontà non accontenterebbe mai le autorità di Kiev. Ecco perché il regime ha messo a tacere la partecipazione dei cittadini russi al voto in un modo sfacciatamente illegale”, ha detto la portavoce, citata dall’agenzia di stampa “Tass”. (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI