SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: portavoce Esteri Mosca risponde a dichiarazioni Dipartimento di Stato Usa
Mosca, 29 set 2016 08:54 - (Agenzia Nova) - A Mosca non sono passate inosservate le parole del portavoce del Dipartimento di Stato Usa, John Kirby, secondo il quale l’incapacità della Russia di fermare la strage in corso in Siria la espone a possibili attacchi, anche all’interno del territorio nazionale. Lo ha dichiarato il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, in un commento pubblicato sulla propria pagina Facebook. "Un paio di questioni da chiarire con i colleghi statunitensi prima della reazione ufficiale dalla Smolenka (sede del ministero Esteri, ndr.): in questi (attacchi terroristici, l'estremismo), saranno coinvolti i 'moderati'? Quelli che da sei mesi Washington non riesce a separare da al Nusra? Gli attacchi terroristici in Francia, negli Stati Uniti e in altri paesi, le decapitazioni in Siria da parte dei militanti dello Stato islamico di persone di ogni nazionalità rappresentano una sorta di paradigma diverso? Forse un’altra 'realtà parallela'? Non vi sembra che questa terminologia sui 'cadaveri nei sacchi', 'atti terroristici in città russe' e 'perdita di aeromobili' sia più proprio di una squadra di 'forze speciali' che di commentatori diplomatici?", si legge nel comunicato pubblicato dalla Zakharova su Facebook. (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI